Sono qui elencate le principali linee guida nazionali nell’ambito del trattamento del dolore, corredate da un breve testo di presentazione.

Indicazioni per le unità di anestesia ostetrica del Gruppo di studio “Anestesia ed Analgesia in Ostetricia” della SIAARTI

Pubblicato il 05-05-2015

Il documento fornisce una serie di raccomandazioni utili all’organizzazione di una Unità di Anestesia Ostetrica sulla base dei riferimenti legislativi attuali, che prevedono la riorganizzazione dei punti nascita a livello nazionale su due livelli. Il Gruppo di Lavoro provvede inoltre ad indicare le caratteristiche strutturali ed impiantistiche delle sale parto/travaglio oltre che del blocco operatorio sulla base delle più recenti raccomandazioni di Società Scientifiche internazionali. Vengono inoltre suggeriti i campi di attività e le responsabilità dell’anestesista ostetrico.

Raccomandazioni Intersocietarie Italiane (SIAARTI, SIMEU, SIS 118, AISD, SIARED, SICUT, IRC) sulla gestione del dolore in emergenza

Pubblicato giugno 2014

L’obiettivo di queste raccomandazioni è fornire a tutti gli operatori dell’emergenza una rivisitazione interdisciplinare della diagnosi e del trattamento del dolore nei vari contesti dell’emergenza e di dare una traccia per uniformare i percorsi terapeutici in tutte le strutture di emergenza sanitaria in Italia.

Linee guida AIOM sulla terapia del dolore in Oncologia

Edizione 2014

L’obiettivo di queste linee guida è trattare adeguatamente il dolore oncologico, dolore che si esprime sia con le sue componenti fisiche sia con  le componenti di dolore soggettivo, componenti che meritano entrambe attenzione e di essere trattate adeguatamente.

Raccomandazioni SIIARTI per il trattamento del dolore postoperatorio

Pubblicato il 29 Aprile 2010

Queste raccomandazioni contengono degli statement prioritari di consenso sulle SEGUENTI raccomandazioni:

  1. abolizione della graduazione in tre livelli della terapia del dolore postoperatorio, adottata nelle precedenti versioni delle linee guida
  2. adozione del principio che il modello organizzativo della gestione del dolore postoperatorio deve essere adattato alla realtà locale in cui si lavora
  3. adozione del concetto di analgesia multimodale contesto-sensibile, con personalizzazione del piano terapeutico, evitando piani terapeutici standardizzati con infusioni continue mediante pompe elastomeriche
  4. adattamento della analgesia multimodale alle tecniche di fasttrack surgery
  5. integrare i livelli di sorveglianza degli eventi avversi nei percorsi ospedalieri di risk-management
  6. dedicare particolare attenzione alla prevenzione del dolore cronico

Raccomandazioni SIAARTI per l’analgo sedazione in rianimazione

MINERVA ANESTESIOL 2006;72:769-805

L’obiettivo di queste linee guida è ridurre l’eterogeneità delle procedure di analgesia e sedazione nelle unità di terapia intensiva (UTI), allo scopo di garantire al paziente il soddisfacimento del diritto all’analgesia, il raggiungimento di un adeguato livello di sedazione, avendo il controllo completo degli eventuali effetti collaterali e massimizzando gli effetti benefici delle tecniche adottate nei confronti dei giorni di ventilazione meccanica e di degenza in UTI.