Che cosa sono le lesioni da pressione?

Le lesioni da pressione – note anche come piaghe o ulcere da decubito – sono delle lesioni della cute e dei tessuti sottostanti, causate generalmente dalla postura immobile obbligata nella stessa posizione troppo a lungo (ad esempio, pazienti con fratture) o da stati patologici che comportano una riduzione della mobilità. Nella posizione seduta o sdraiata, soprattutto in corrispondenza dei punti dove il peso del corpo esercita una particolare pressione sui tessuti, diminuisce la circolazione del sangue e quindi l’apporto di ossigeno, con conseguente morte delle cellule. Quando il sangue non circola per un intervallo di tempo abbastanza lungo, in corrispondenza dei punti a cui non arriva ossigeno si formano delle ulcerazioni (ulcere) della cute e del tessuto sottocutaneo.

Quali sono le zone più colpite dalle lesioni da pressione?

Le ulcere si formano prevalentemente nelle parti del corpo che non hanno uno strato di grasso a fare da “cuscinetto”. Sono molto frequenti a livello del tallone, dell’anca, del sacro ma anche della colonna vertebrale, delle spalle, del ginocchio e sulla nuca.

Chi è più a rischio di sviluppare lesioni da pressione?

Sono maggiormente a rischio le persone paralizzate, allettate o costrette in sedia a rotelle; le lesioni da pressione possono comunque verificarsi in tutte le persone che debbano trascorrere lunghi periodi immobili a letto. Il diabete e l’aterosclerosi possono aumentare il rischio di lesioni da pressione a causa della cattiva circolazione sanguigna collegata a tali patologie.

Si può fare qualcosa per prevenire le lesioni da pressione?

Assolutamente sì. In primo luogo occorre evitare di rimanere troppo a lungo nella stessa posizione, cambiandola, se possibile, al massimo ogni due/quattro ore. Occorre inoltre mantenere la cute pulita e asciutta; lavarla con un sapone delicato e acqua tiepida risciacquando accuratamente. Usare creme idratanti per evitare che la cute si secchi e massaggiare delicatamente la crema evitando di sfregare. Se possibile, anche dal letto, muovere i muscoli in modo da mantenere il flusso sanguigno. Utilizzare infine materassi antidecubito evitando il vello di pecora e i dispositivi a ciambella che potrebbero peggiorare la situazione.

Come si possono curare le lesioni da pressione?

Le lesioni devono essere sempre tenute pulite. Esistono prodotti adatti alla pulizia e alla cura delle lesioni da pressione: il medico e il farmacista possono fornire consigli utili al riguardo. Qualora si noti formazione di pus, provenga cattivo odore dall’ulcera o si sia sviluppato rossore nell’area intorno alla’ulcera, è possibile che questa si stia infettando. In questo caso è consigliabile parlarne al più presto con il medico o il farmacista.

 

Scarica la scheda in formato pdf

Commenta