Che cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia cronica, caratterizzata da chiazze rosse sulla pelle che, a seconda della gravità della malattia, possono essere leggermente o fortemente ispessite. Questo rialzo è dovuto all’aumento del numero di cellule cutanee. La psoriasi è causata da un non corretto funzionamento del sistema immunitario, il quale attacca le proprie cellule cutanee. La pelle, per reazione, aumenta la produzione di cellule generando un processo di desquamazione della pelle stessa.

Chi è più a rischio di sviluppare la psoriasi?

La psoriasi ha una maggior frequenza all’interno dei componenti della stessa famiglia. I sintomi della malattia si presentano in genere associati a condizioni quali infezioni, malattie che colpiscono il sistema immunitario, stress, irritazioni cutanee, freddo o fumo di sigaretta.

Quali sono i sintomi della psoriasi?

Sono sintomi della psoriasi chiazze squamose e rossastre di pelle ispessita; pelle secca, infiammata, pruriginosa o dolente; unghie spesse e infossate; nei casi più gravi, bollicine piene di liquido sieroso, comunque non infetto. Le zone più colpite sono le ginocchia e i gomiti, anche se la psoriasi può presentarsi in tutte le zone del corpo (compresi cuoio capelluto, mani, piedi, bocca e la pelle che ricopre le articolazioni).

La psoriasi è contagiosa?

La psoriasi non è contagiosa; non si trasmette per contatto da un individuo a un altro e, nello stesso individuo, da una zona del corpo a un’altra.

Qual è il trattamento indicato per la psoriasi?

La psoriasi è una malattia di lunga durata e non guarisce completamente con i trattamenti. Le terapie contribuiscono comunque a migliorare i sintomi e possono far ritornare la pelle in condizioni normali. È importante concordare con il medico qualsiasi terapia.

Mantenere la pelle idratata è comunque il primo passo. Bagni quotidiani con i Sali del mar Morto o con olio da bagno calmano il rossore e diminuiscono la desquamazione. Il medico potrà prescrivere creme, ungenti, lozioni o gel da applicare sulle aree colpite: alcuni di questi prodotti vanno applicati con cautela perché potrebbero danneggiare la pelle sana o macchiare i vestiti. Nei casi più gravi è possibile che siano prescritti farmaci da somministrare per bocca. Infine, la luce solare, le lampade abbronzanti o le lampade a raggi UVA possono contribuire a trattare la psoriasi, ma è fondamentale confrontarsi prima con il medico.

 

Scarica la scheda in formato pdf

Commenta